Image Alt
 • Inspiration  • LISAP CORPORATE ACADEMY

LISAP CORPORATE ACADEMY

LCA, acronimo di LISAP CORPORATE ACADEMY, è il contenitore incubatore in cui si manifesta uno dei segni tangibili dell’effervescente evoluzione che in questi mesi sta coinvolgendo la nostra Azienda, preparandola alle sfide future di mercati evoluti, complessi e sempre più maturi.  Esattamente come avvenne per la prima Academy Aziendale, quella pensata e organizzata da General Motors nel lontano 1927, la formazione ricopre all’interno dei processi aziendali un ruolo cruciale e preciso nella costruzione di professionisti preparati e motivati in grado di condividere la medesima cultura aziendale conoscendone i valori e manifestandoli nelle action quotidiane. Il processo che viene messo al centro di LCA, non è un bene tangibile, un prodotto, una colorazione ma una risorsa intangibile e facilmente condivisibile: la conoscenza. 

Come è iniziato il viaggio: incontro con Simone Moro.
Tutti possiamo beneficiare dalle storie raccontate da Simone: “Mai smettere di sognare e provare a raggiungere anche ciò che è considerato quasi impossibile… Esiste solo il quasi impossibile”  queste sono citazioni di Simone.
Che cosa spinge un alpinista ad affrontare ciò che sembra irraggiungibile per l’essere umano? Com’è che questo può essere utile nella vita professionale di tutti i giorni? Quali sono le metafore nascoste che rispecchiano le stesse sfide di un atleta e di un manager? Qual è il modo migliore e quali gli strumenti che possiamo condividere per evolvere?
DAL PALCOSCENICO ALL’AULA
Dal momento ispirazionale in plenaria in cui Simone Moro attraverso la narrazione delle sue imprese su un palcoscenico toccherà i temi universali quali la motivazione, il sogno, la definizione degli obiettivi, il valore dell’individuo e del lavoro in team, l’approccio al cambiamento, al desiderio e bisogno di rinnovarsi e di innovare, il contesto cambia, ma rimane la connessione tra la storia narrata dall’atleta e la storia personale dei manager e dei professionisti presenti. Dall’esperienza evocata si passa all’esperienza in aula in cui vengono fatti propri i punti chiave trattati da Simone. 
Viene attivata un tipo di formazione esperienziale che fa perno su interattività, lavoro in team, condivisione di strumenti e che ha l’obiettivo di stimolare e motivare la disponibilità e la capacità di apprendere e di creare fiducia, consapevolezza, responsabilità, motivazione, creare mobilità verso traguardi professionali con soddisfazione personale.

CHI è SIMONE MORO
Alpinista, pilota di elicottero, speaker e scrittore. Uno dei più famosi alpinisti al mondo, ha realizzato 57 spedizioni.  è l’unico alpinista della storia ad avere raggiunto quattro cime di 8.000 metri in completa stagione invernale (partendo dopo il 21 dicembre): il Shisha Pangma (8.027 m), il Makalu (8463 m), il Gasherbrum II (8.035 m) e il Nanga Parbat (8126 metri). Nel 2018 ha realizzato la prima salita invernale del Gora Pobeda, in Siberia, “soli” 3003 m. di quota ma nell’area più fredda al mondo nella stagione più fredda. Pilota di elicottero specializzato nel soccorso in Himalaya, nel 2012, ha effettuato un recupero in long line sul Tengkangpoche a oltre 6.400 m. Pratica inoltre il paracadutismo e il Wingsuit Skydive. Tra i molti premi, ha ricevuto il “Pierre de Coubertin Fair Play Trophy” dall’UNESCO, e la Medaglia d’Oro al Valor Civile dal Presidente della Repubblica per il salvataggio estremo a Tom Moores che ha operato sulla parete ovest del Lhotse (8.516 m) in Nepal, da solo, con il buio, con un elevatissimo rischio di valanghe e senza ossigeno. Il “David A. Sowles Award” dall’American Alpine Club, “Best of The Explorersweb” per la migliore impresa alpinistica e “Golden Piton” della rivista americana Climbing per la salita al Gasherbrum II.  Autore di dieci libri. L’ultimo è “I sogni non sono in discesa” (2019). I suoi libri sono stati tradotti in inglese, in tedesco, in spagnolo e in polacco.

POST A COMMENT